Cosa sarà di quest’Italia Digitale dopo la bufala del 12 Agosto e il Nuovo CAD

Posted by

Eccoci qui. Siamo tutti grosso modo ritornati dalle ferie e carichi per un altra avventura digitale ??  Io personalmente ho tante novità da comuncarti e se sei iscritto alla mia newsletter, presto verrai informato di tre grossissime novità ( e non c’entra il nuovo CAD) davvero importanti e che ti permetteranno di risolvere molti problemi legati a questo pazzo mondo della conservazione digitale e sostitutiva e come sempre gratuitamente. Ma torniamo a noi.

In questo periodo abbiamo preso una bella botta analogica, ovvero è stata sospesa, con metodi alquanto strani da parte del Governo, l’obbligo definito dal DPCM del 13 Novembre 2014 sulle Regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici nonche’ di formazione e conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni ai sensi degli articoli 20, 22, 23-bis, 23-ter, 40, comma 1, 41, e 71, comma 1, del Codice dell’amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005, che prevedeva appunto l’obbligo dal 12 Agosto da parte di tutte le PA, di produrre tutti i documenti in formato digitale.

Su questo noi di Seen Solution, abbiamo fatto un fantastico White Paper che resta ovviamente valido e che ti offre la possibilità davvero di toccare con pratica cosa deve fare una PA per digitalizzarsi a norna. Lo trovi qui, se non lo hai ancora scaricato.

Attenzione : le regole tecniche di formazione dei documenti informatici continuano a valere e anche quanto dichiarato dal DPCM resta assolutamente valido. Quello che è accaduto è che in pratica tale obbligo per le PA, è stato spostato ufficialmente al 14 Gennaio 2017, secondo quanto riportato dal nuovo CAD 3.0 DECRETO LEGISLATIVO 26 agosto 2016, n. 179 , recante Modifiche ed integrazioni al Codice dell’amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, ai sensi dell’articolo 1 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, pubblicato in Gazzetta Ufficiale e che trovi a questo link.

Porta diverse novità il Nuovo Codice dell’Amministrazione Digitale e recepisce in maniera diretta quanto espresso e richiesto dal Regolamento eIDAS, si cui ti avevo già parlato in questa puntata del Podcast.

Ad esempio sul documento informatico, seppur rimane valida la sua definizione intesa nel nostro ordinamento giuridico come quello con effetti probatori, si basa sulla nuova definizione data dall’eIDAS proprio secondo questo breve schema :

CAD 82/2005 : documento informatico è la rappresentazione informatica di atti fatti o dati giuridicamente rilevanti;
CAD 179/2016: la lettera p è sostituita dalla seguente: il documento informatico è il documento elettronico che contiene la rappresentazione informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rilevanti;
Reg. EIDAS : «documento elettronico», qualsiasi contenuto conservato in forma elettronica, in particolare testo o registrazione sonora, visiva o audiovisiva;

Quindi oltre a quanto già sancito dal DPCM del 13 Novembre 2014, non dobbiamo dimenticarci la bellissima ed interessante definizione di eIDAS sul documento informatico.

Proprio sul Nuovo CAD, che è stato ufficialmente approvato, insieme alla collega Rossella Ragosta, abbiamo preparato uno schema di semplice consultazione e di confronto tra il CAD vecchio con lo schema di decreto nuovo che ti spiega esattamente ed in modo pratico cosa cambia in termini di firme elettroniche e documenti informatici. Ti dico subito che non cambia moltissimo e che per la conservazione digitale e sostitutiva, non ci sono novità evidenti.

Qui trovi lo schema.

Quindi ? Cosa ci aspetta di quest’Italia Digitale dopo queste importanti novità ?

Ne ho parlato per qualche minuto in questo video nella oramai famosissima Macchina Digitale :

Buon ascolto e a risentici presto.

E ricordati : la PA farà quello che vuole, ma noi no! Noi facciamo davvero e per davvero il digitale!

Che il Digitale sia Con Te.

2 comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *